Vacanze finite: la MotoGP riparte da Jerez

Dopo otto mesi finalmente si torna in pista con la MotoGP.  Un’attesa lunga quasi quanto un parto, ma finalmente ci siamo! Si torna a parlare dei prototipi più veloci al mondo e noi lo facciamo con una preview della stagione 2020.

Ci eravamo lasciati in Qatar con i test pre-stagionali con una Suzuki in formissima ed un Marc Marquez acciaccato in seguito ad una operazione alla spalla, cosa che ormai sembrerebbe acqua passata. A distanza di mesi dall’ultima volta in pista sono cambiate un bel po’ di cose: dal ritiro di Jorge Lorenzo (nonostante la tanta voglia di correre) ai rapporti tesissimi tra Dovizioso e Ducati. Durante questo periodo di stop si è fermata l’azione in pista ma non sulla carta: infatti tanti colpi di scena sono stati protagonisti di questi mesi senza gare, a partire dalle cancellazioni di vari gran premi fino al trasferimento di Jack Miller in Ducati per la prossima stagione. La sorpresa più clamorosa è stata senza dubbio la notizia della presunta rottura tra Alex Marquez e la Honda HRC senza aver corso nemmeno una gara. Il suo posto sembrerebbe essere stato occupato da Pol Espargaro. Si riparte quindi da Jerez, l’obiettivo di tutti è quello di interrompere il dominio di Marc Marquez, vincitore di otto mondiali negli ultimi nove anni. Ebbene sì, non serve un genio: se Marc dovesse dominare anche la classifica mondiale anche per quest’anno eguaglierà Valentino a quota nove titoli mondiali. Marquez è senza ombra di dubbio il favorito, ma con un calendario ristretto con quasi la metà delle gare, una Yamaha che sembra essersi ritrovata con Vinales e Quartararo e con un Dovizioso “imperterrito”, Marc troverà sicuramente tante difficoltà sul suo cammino verso il nono titolo iridato. Andrea Dovizioso è consapevole che questa probabilmente sarà la sua ultima occasione per puntare al titolo, visto che stando alle ultime notizie di mercato, probabilmente questa sarà la sua ultima stagione in sella alla Ducati, quindi adesso o mai più. E Valentino invece che fa? Va in Petronas o si ritira? Le sensazioni sembrerebbero essere quelle di continuare un altro anno, nulla di ufficiale ma il dottore sta continuando ad allenarsi duramente con i ragazzi dell’Academy e pare essere pronto a tutto tranne che al ritiro. Complicata la situazione in casa Aprilia, che si trova ancora in alto mare con la questione Andrea Iannone – doping. Per quanto riguarda la pista, dalle parole di Aleix Espargaro sembra che le prestazioni della moto siano migliorate molto. Detto questo, tutto è pronto per dare finalmente il via alla stagione 2020, appuntamento quindi il 19 luglio a Jerez con la prima delle due gare sulla pista spagnola.

Altri articoli
Mercedes-Benz E Class: l’evoluzione si conferma