Jeep Compass 2020: come cambia il SUV compatto?

Presentata nel pomeriggio in conferenza stampa digitale la Jeep Compass M.Y. 2020: novità per motori, tecnologia di bordo e allestimenti estetici. Come cambia veramente il SUV di FCA?

L’estetica

La Compass manterrà le dimensioni e le proporzioni della generazione 2016, con gli stilemi estetici che l’hanno contraddistinta: una linea muscolosa, i gruppi ottici LED accattivanti e le immancabili 7 feritoie Jeep. Invariati anche i 4,39 m di lunghezza per 1,82 m di larghezza e 1,63 m di altezza. Insieme al bagagliaio da 438 litri quindi manterrà tutta la praticità e abitabilità di bordo che la distingue dalla piccola Renegade, con la quale condivide la piattaforma.  Le novità riguardanti gli esterni consistono in 6 nuovi design per i cerchi, da 16” a 19”, e 5 nuove colorazioni: Ivory Tri-Coat, Colorado Red, Blue Italia, Blue Shade and Techno Green Metallic. La Compass cambierà tra l’altro in alcuni dettagli, a seconda della versione Longitude, Limited o S, con l’accessoriata Trailhawk in arrivo nei prossimi mesi.

La tecnologia

Se i cambiamenti estetici sono pochi, ben più ampia è l’offerta di innovazioni tecnologiche, rispetto a comfort e sicurezza. Nell’abitacolo sarà ancora presente lo schermo da 7” o 8,4” dell’infotainment, con lo Uconnect di FCA ma dalla velocità e intuitività migliorate. Disponibili gli aggiornamenti Over The Air e l’hotspot WiFi. Ad accompagnare l’infotainment ci sarà anche un’apposita app con decine di funzionalità: verificare il carburante nel serbatoio, pianificare un viaggio, tenere d’occhio l’ultimo parcheggio della Compass, ma anche sbloccare le portiere e accendere i fari a distanza. Oltre alle caratteristiche da offroad della pagina Jeep Skills, la nuova Compass avrà a disposizione pulsanti specifici per l’S.O.S. e l’assistenza stradale 24/7. Ma i sistemi di sicurezza e assistenza non si fermano qui: di serie su tutte le Compass il Forward Collision Warning e il Lane Departure Warning, e a richiesta il Cruise Control Adattivo e il rilevamento dell’angolo cieco.

I motori

Un’auto come la Compass è importante per le vendite europee di Jeep, ma anche per l’economia italiana: come per la Renegade, FCA ha intrapreso proprio nello stabilimento di Melfi, strategico per il Sud Italia, la produzione della Compass M.Y. 2020 e previsto quella futura dei SUV elettrificati Compass 4XE e Renegade 4XE. La rivisitazione della compatta americana passa anche per l’assecondare esigenze dei guidatori europei, con strade diverse e stili di guida diversi da quelli Made in USA. Nuovi settaggi per lo sterzo, un nuovo cambio automatico per le 2 ruote motrici 4X2 e nuove impostazioni delle sospensioni, con il sistema FSD che adatta automaticamente l’assetto in live, basandosi sul rilevamento delle condizioni del manto stradale. Sulla Compass le novità passano anche dal suo “cuore”: il Multiair III infatti promette il 30% in meno di emissioni, secondo il ciclo WLTP. Questo 1.3 Turbo benzina 4 cilindri, il cosiddetto Global Small Engine, sarà infatti Euro 6D e verrà offerto in declinazione 130 CV con cambio manuale o 150 CV con automatico a doppia frizione. Il blocco cilindri in lega d’alluminio porterà migliori consumi ed emissioni, e la nuova geometria della turbina garantirà l’assenza di turbo lag. Sulla 150 CV disponibile inoltre un pulsante Sport: premendolo si riceverà una risposta più pronta e coinvolgente di motore, cambio e sterzo.

Altri articoli
Vettel fold Ferrari: un vuoto diffile da colmare