Electric Brands X-BUS: un peso piuma ad impatto zero

Su We Drive abbiamo già raccontato storie di brand relativamente giovani, ma già pronti a dimostrare la loro validità sul mercato. E quando è il mercato stesso a richiederlo, le nuove aziende devono fare i conti con i suoi trend: primo fra tutti, l’investimento sulla mobilità elettrica ed in generale su soluzioni innovative per la sostenibilità dell’automotive. Electric Brands, con il progetto X-BUS, ne è un esempio principe.

Il concetto di X-BUS

L’idea dietro X-BUS nasce sotto il nome eBussy: linee smart, simpatiche e fresche, con un pizzico di tradizione della mobilità tedesca. Il concetto però è tutto nuovo: un veicolo leggero e versatile che possa incontrare le esigenze di più clientele diverse, commerciali o private, per un utilizzo sul lavoro, quotidiano o nel tempo libero. Secondo le parole del CEO di Electric Brands, Martin Henne, è necessario un punto di incontro tra la mobilità individuale e le limitate risorse planetarie. E così l’X-BUS, un prodotto Made in Germany, non offre solo praticità ed un peso piuma ma anche un powertrain 100% elettrico, alimentato da batterie prodotte anch’esse in Germania con processi carbon neutral. Un’altra peculiarità del mezzo è la sua modulabilità: è offerto infatti in 10 varianti di carrozzeria, con la scelta di un modello Standard o Fuoristrada e con i moduli intercambiabili facilmente sia tramite i rivenditori in tutta Europa, sia nel garage di ogni proprietario. L’X-BUS è stato praticamente ideato avendo in mente i mattoncini Lego. Aiutano molto poi le dimensioni, con 3,94 metri di lunghezza, 1,63 metri di larghezza ed 1,96 metri di altezza, con la versione Fuoristrada larga 1,69 metri ed alta 2,03 metri. Che sia per carichi da lavoro, valigie o passeggeri poi, il passo di 2,02 metri aiuta decisamente nel quotidiano.

Le dotazioni

Ancor prima del lancio ufficiale nelle concessionarie l’X-BUS già si propone con un pacchetto di dotazioni complete e competitive: il look moderno ma familiare viene unito alla tecnologia esterna ed interna, come l’apertura e l’avviamento keyless, i pannelli solari per il tetto, il volante multifunzione ed il display da 10,2” dotato di Bluetooth e connettività tramite Apple CarPlay ed Android Auto. Gli interni sfoggiano un design semplice e funzionale, ma allo stesso tempo moderno e tutt’altro che spartano. Pochi e semplici gli optional, come i cerchi in alluminio invece che in acciaio – questi ultimi standard da 185/75 R16 – o la retrocamera ed i sensori di parcheggio. L’X-BUS è offerto esclusivamente a trazione integrale, grazie all’integrazione su ogni ruota di un motore elettrico “in-wheel”: ad ogni mozzo è collegato un piccolo motore dalla potenza di 3,75 kW. Lo schema sospensioni prevede doppi bracci oscillanti all’anteriore e bracci obliqui al posteriore. Il peso totale, piuma come anticipato, va dai 500 agli 800 kg a seconda delle versioni, con una massa consentita fino a 1600 kg. Ma veniamo ai dati più importanti per un veicolo elettrico: la batteria e la sua autonomia. L’X-BUS monta 8 moduli agli ioni di litio, ciascuno da 1,25 kWh: con la configurazione base Electric Brands dichiara circa 200 km in città e 140 km nel ciclo misto. Tutto ciò può ovviamente essere aumentato, acquistando ulteriori moduli batteria in formato da 4 per circa €1.600, fino a 24 totali per un’autonomia che può raggiungere i 600 km ed un posizionamento, a seconda della scelta, nei cassetti inferiori, al centro della vettura o sul retro della stessa. La ricarica dell’X-BUS è possibile in modalità classica, fino all’80% in meno di un’ora collegandolo ad una colonnina a 11 kW a corrente alternata, o anche tramite l’innovativa modalità di intercambiabilità delle batterie in pochi minuti, letteralmente sostituendole come dichiarato dalla casa. Le prestazioni generali dell’X-BUS fanno ben sperare: certamente non un veicolo sportivo ma ideale per l’utilizzo quotidiano, con una potenza massima di 56 kW, una velocità di punta limitata a 100 km/h ed una coppia massima fino a 1.200 NM, ovviamente istantanea.

Varianti e prezzi

Come detto sono ben 10 le varianti di carrozzeria: si parte dalla Freedom, passando per Bus, Kipper, Koffer ed Universal, ed ancora il cabinato Pick Up!, il classico Pickup e l’Open, fino alla configurazione più completa, Camper. I prezzi partono da €17.800 per la Freedom, con uno scarto tra la configurazione Standard e la Fuoristrada di €2.255 per ogni variante scelta. L’acquisto può già essere effettuato attraverso 600 rivenditori in tutta Europa, tra cui in Puglia My Car: l’X-BUS di Electric Brands può essere già ordinato e configurato, e potrà essere toccato con mano dopo l’estate a Mola di Bari, in Via Caracas 18, o nella nuova sede di Bari, in Via Oberdan 16.

In collaborazione con My Car.

Altri articoli
Fiat 500 elettrica: finalmente sei qui