Citroën C5 Aircross: il cambio d’abito nel restyling 2022

Dopo oltre 260.000 unità vendute dal 2018, il SUV medio leader, secondo il pubblico europeo, per comodità e confort di guida, decide di sfoggiare un carattere più sportivo insieme all’aggiunta di una nuova dotazione tecnologica di bordo. Conferma motori benzina, diesel ed ibridi.

Gli esterni

Con un frontale adesso più marcato, le dimensioni percepite guardandola sembrano aumentate. Con una lunghezza di 4,50 metri ed una larghezza di 1,84 metri, il più grande dei SUV della casa trasmette solidità e presenza su strada, grazie ad un frontale più muscoloso, soprattutto nella parte bassa del paraurti dove troviamo tre prese d’aria, di cui la più grande a forma trapezoidale è interrotta dalla fascia di collocamento della targa. La firma luminosa LED, presente su tutto l’impianto d’illuminazione, è stata rivista rendendola più leggera ed aggressiva rispetto al gruppo ottico anteriore della pre-restyling. Tanta attenzione al dettaglio per il logo del gruppo che, oltre ad avere una dimensione maggiore, presenta una lavorazione dello Chevron in laccato nero su profilo cromato, collocato al centro di una griglia composta da una doppia serie di listelli, ad accenture la tridimensionalità di tutta la linea anteriore. Lateralmente spiccano ben in risalto cerchi ed Airbump, quest’ultimo elemento con la possibilità di personalizzazione insieme ad alcuni inserti nel resto della carrozzeria e degli interni in differenti colori: Glossy Black, Dark Chrome, Anodized Bronze ed Energic Blue. L’ altezza rimane ad 1,67 metri ed il tetto dell’auto rappresenta un ottima soluzione, essendo disponibile in colorazione nera a contrasto, per snellirne il peso dei volumi su strada. Concludendone il walkaround si arriva al posteriore, l’unica area della vettura che risulta solo leggermente rivista. Il faro posteriore ha mantenuto la medesima dimensione e forma, cambiando la firma luminosa LED interna ispirandosi alla trama presente su di una scacchiera.

Gli interni

Complice un passo di ben 2,73 metri ed un’ampia luce tra la seduta della panca ed il cielo del tetto, l’abitabilità è quella giusta per chi cerca un vero salotto su ruote, accogliente anche per 5 occupanti adulti così come curato nella scelta di materiali ed assemblaggi. Sono ben quattro le opzioni per la configurazione degli interni: su di una base comune per componenti quali inserti in plastica nera collocati nella parte bassa, si va ad abbinare un’ampia scelta tra curati tessuti con cuciture a contrasto così come pelli miste Nappa, similpellli ed Alcantara. La conformazione dei sedili è sagomata e dotata di una schiuma interna ad alta densità, nonchè un’ulteriore schiuma in superficie spessa 15 mm, per una maggior capacità di profilazione. Ulteriore dettaglio è quello della presenza, oltre che il riscaldamento delle sedute, quello di poter utilizzare il sistema elettronico di massaggio, ideale per chi, insieme al sistema delle sospensioni idrauliche progressive, cerca nella propria vettura il massimo confort e cura per i passeggeri. La plancia, rivista nell’estetica centrale, presenta adesso una nuova interfaccia per l’infotainment touch da 10”, oltre che la strumentazione dietro il volante da 12,3”. Si chiude il capitolo abitabilità con un approfondimento sulla capacità del bagagliaio: 580 litri con un massimo di 720 portando avanti il divano dei sedili posteriori scorrevole, mentre si riduce a 460 ed un massimo di 600 in versione ibrida; di diversa forma e con tanta capienza, i vani portaoggetti presenti in abitacolo, sia anteriormente che per gli occupanti posteriori.

Parliamo di numeri

La nuova C5 avrà possibilità di essere configurata non solo nelle colorazioni ed allestimenti ma anche nella scelta della motorizzazione più giusta per ogni suo futuro possessore: benzina, diesel ed ibrida sono le scelte della casa francese con potenze che andranno sui 130 cavalli per i propulsori classici fino ad un massimo di 225 per la plug-in hybrid, che sarà autolimitata a 135 km/h ed avrà un’autonomia di 55 km in solo elettrico. Degna di nota infine la presenza di oltre 20 sistemi di sicurezza alla guida, sia attivi che passivi, tra i quali riportiamo l’highway driver assist, il cruise control con funzione stop&go e l’avviso di superamento della carreggiata.

Altri articoli
Honda SH350i: ad EICMA il nuovo scooter senza tempo