Citroen C3 Aircross: abbiamo messo alla prova il restyling

Lanciata nel 2017, la Citroen C3 Aircross ha segnato il successo della casa del double chevron nel segmento dei crossover urbani. Nel 2021 è tornata con un restyling subdolo ma ringiovanente: l’abbiamo provata per voi su strada.

Gli esterni

La C3 Aircross 2021 cambia poco nella forma: le proporzioni vengono mantenute immutate così come le dimensioni, che segnano 4,16 metri di lunghezza, 1,76 metri di larghezza ed 1,64 metri di altezza. Il muso è stato rinnovato e ne mantiene, migliorandola, la personalità che ha contraddistinto l’auto nel Model Year uscente: il gruppo ottico è ancora sdoppiato, con la parte inferiore più sottile e meno quadrata dai bordi smussati; la calandra gioca di design ricongiungendosi con due fascioni cromati al double chevron, e anche il paraurti e la griglia appaiono rinnovati, con delle protezioni specifiche e personalizzabili che ricordano la sorella maggiore C5 Aircross. Se nel frontale quindi i designer hanno reso la C3 Aircross più scolpita e tridimensionale, nelle viste laterale e posteriore non cambia praticamente nulla, registrandosi la presenza degli Airbump di Citroen, oltre che 70 combinazioni tra vernici, trame sul terzo finestrino, calotte degli specchietti e tetto a contrasto. Infine i cerchi: diametro da 16 o 17” con finitura diamantata o nera, con la gommatura della versione in prova Bridgestone 215/50 R17.

Gli interni

L’abitacolo della Citroen C3 Aircross 2021 può essere anch’esso personalizzato, in base a quattro diversi stili: base essenziale, Urban Blue, Metropolitan Graphite e Hype Grey. La parola d’ordine è solo una, il comfort, grazie alla posizione di guida alta e l’imbottitura in schiuma poliuretanica da 1,5 cm di spessore dei sedili Advanced Comfort, rafforzano il concetto del brand di produttore di auto comode. La sensazione alla guida è di condurre un’auto di fascia premium, con le sospensioni tarate tutte sul comfort sebbene non siano le idrauliche progressive della casa francese, ed il compromesso di un leggero coricamento nelle curve più sostenute. Infinita è la praticità nel quotidiano, grazie all’ampia vetratura dei quattro finestrini laterali, del parabrezza e – in controtendenza – del lunotto. Contribuiscono al grande spazio a bordo anche il passo di 2,60 metri, l’altezza praticamente impercettibile del tunnel centrale posteriore e la possibilità di far scorrere qui il divanetto: con 15 cm di escursione si può scegliere più comfort per gli occupanti o di far accrescere la capacità del bagagliaio da 410 a 520 litri, con un massimo di 1.289 con i sedili abbattuti.

La tecnologia

Un cambiamento sostanziale nell’abitacolo e nell’utilizzo quotidiano della nuova Citroen C3 Aircross è la presenza di un display infotainment maggiorato: da 7” arriva a 9” con un sistema operativo fluido da usare attraverso lo sfioramento, la connettività con Android Auto ed Apple CarPlay e la navigazione TomTom connessa. Completano questa dotazione tech nella media del 2021 anche due prese 12V, una USB-A, e la disponibilità della ricarica wireless per lo smartphone e dell’Head Up Display dedicato al guidatore. Numerosi anche i sistemi di sicurezza ed assistenza alla guida: l’auto legge i cartelli stradali, frena automaticamente in situazioni di emergenza, può parcheggiare da sola anche grazie a sensori e retrocamera – la stessa della generazione 2017 -, rileva la stanchezza del guidatore ma non solo: si può salire a bordo e accendere la vettura senza chiavi, solo tramite i pulsanti del Keyless, e sono disponibili il cruise control, il sistema di regolazione di velocità in discesa ed il controllo di aderenza con cinque modalità dell’ESP, per mantenerlo spento, normale oppure settato su percorsi innevati, fangosi o sabbiosi. Un ottimo compromesso per un’auto che non è venduta a trazione integrale.

Parliamo di numeri

Citroen C3 Aircross è venduta in declinazione PureTech benzina o BlueHDi diesel: i primi sono offerti da 110 CV e cambio manuale a 6 marce, o 130 CV unito all’automatico EAT6. Le motorizzazioni a gasolio erogano 110 CV abbinata ad un manuale 6 rapporti oppure, esattamente come la versione in prova, un 120 CV automatico EAT6: questa è sicuramente la versione che sentiamo di consigliare per chi macina tanti km all’anno, con una velocità di punta di 180 km/h e ben 300 NM di coppia massima. Anche i consumi sono di tutto rispetto, considerando il nostro test nel misto senza badare all’economia di guida, con una media registrata di 17 km/l. Il volante è leggero e morbido ma non per questo meno preciso, la pedaliera è regolare e ben tarata ed i freni godono di un ottimo mordente. Sull’EAT6 infine c’è poco da dire: è impercettibile nelle cambiate. C3 Aircross 2021 è venduta in allestimenti Live, Feel, C-Series, Shine e Shine Pack, con prezzi a partire da €19.800.

Altri articoli
Opel Mokka 2021: la 2° generazione vista in tutti i dettagli