BMW Serie 5 2020: ora è tutta ibrida

Presentata stamattina in live streaming, la nuova BMW Serie 5 arriverà sul mercato a Luglio, in varianti Sedan e Touring, con nuovi ADAS e possibilità di ibrido su tutte le versioni. Ecco come cambia nella nuova generazione.

Gli esterni

Squadra che vince non si cambia. Sembra essere questo il motto di BMW che per la nuova Serie 5 ha deciso di non stravolgerne le linee esterne, complici anche gli oltre 600.000 esemplari venduti della grande berlina bavarese nelle precedenti generazioni. Sono più che altro i dettagli a cambiare, lasciandone invariate le proporzioni e le celebri linee stilistiche. Ora la griglia “Kidney” di BMW è più grande, seguendo l’ultimo trend del marchio, con un unico elemento cromato ad incorniciarla. Il corso stilistico dell’ultima Serie 3 si ritrova nei gruppi ottici anteriori, più sottili ed eleganti, con firma luminosa a forma di “L” rovesciata orizzontalmente e possibilità di optare per tecnologia LED Matrix o Laser. Nuovi sono anche i fari posteriori, sempre LED con disegno in 3D, accompagnati da un nuovo diffusore e cornici degli scarichi trapezoidali. Le novità riguardano anche i cerchi, con scelta da 18 a 20” e un nuovo design Individual caratterizzato da bassa resistenza all’aria per migliorare l’efficienza della vettura. Inoltre, a seconda delle versioni che comprendono M Sport e Luxury, sono presenti nuovi dettagli stilistici e aerodinamici.

Gli interni

L’abitacolo della vettura è stato aggiornato, con un volante ridisegnato e i pulsanti degli ADAS riposizionati. Ora lo schermo centrale dell’infotainment da 10,25” è standard sulla Serie 5, con possibilità di optare per un display da 12,3” e il nuovo sistema operativo BMW Operating System 7. Attivabili dal volante o dal display sono i numerosi ADAS della berlina tedesca, che comprendono l’avviso per il mantenimento di corsia (Lane Departure Warning), il cambio corsia automatico coadiuvato da un sistema di navigazione attiva (Lane Change Assist and Active Navigation), il City Braking e la visualizzazione 3D dell’area circostante e del traffico. BMW lancia con Serie 5 anche due nuovi sistemi: BMW Maps, con mappe aggiornate in cloud e informazioni live sul traffico, e BMW Drive Recorder, con registrazioni video fino a 40 secondi da vari punti della vettura. Dal punto di vista estetico, ulteriori novità riguardano la superficie in nero lucido del tunnel centrale e i rivestimenti, con diversi design a seconda delle versioni scelte, e un nuovo tessuto Sensatec per i sedili traforati.

Parliamo di numeri

Questa nuova generazione di Serie 5 vede l’arrivo di soluzioni ibride su tutte le motorizzazioni, dal mild-hybrid al plug-in hybrid. Partendo dal micro-ibrido, con un sistema a 48V e circa 11 CV sviluppati dal motore elettrico, la Serie 5 avrà migliori performance nelle ripartenze al semaforo e in fase di sorpasso, oltre a migliori consumi di carburante ed emissioni di cO2. Le motorizzazioni mild-hybrid benzina comprendono il 520i da 185 CV, il 530i da 250 CV e il 540i da 333 CV. Per quanto riguarda il diesel, invece, l’offerta mild-hybrid comprende la 520d da 190 CV, la 530d da 286 CV e la 540d da 340 CV. Per chi cerca, invece, maggiore efficienza e percorrenza in modalità full electric, l’offerta di modelli plug-in hybrid comprende le nuove 530e e 545e. La prima monta il 2.0 4 cilindri da 185 CV e 300 NM di coppia, unito ad un propulsore elettrico da 109 CV e 265 NM, e sarà capace di percorrere circa 60 km in modalità elettrica, con performance generali di 235 km/h di velocità massima e un’accelerazione nello 0-100 in 5,9 secondi. La seconda monta il 3.0 6 cilindri in linea da 286 CV con lo stesso motore elettrico della 530e, circa 55 km di autonomia in full electric, una velocità di punta autolimitata a 250 km/h e circa 4,7 secondi per accelerare da 0 a 100 km orari.

Altri articoli
Defender: mai sentito un nome più appropriato