Alfa Romeo Tonale: presentato il nuovo SUV hybrid

Dopo lungo tempo di attesa, alternato da foto spia, comunicazioni ufficiali Stellantis ed ipotetici render sul suo design, oggi 8 febbraio 2022 Jean-Philippe Imparato, CEO di Alfa Romeo, ha presentato in world premiere la nuova Tonale, uno slancio verso l’innovazione partito dai vecchi fasti del passato.

Gli esterni

Dal punto di vista estetico abbiamo veramente tanto di cui parlare sull’Alfa Romeo Tonale. Dal lontano marzo 2019, periodo di debutto del primo concept presentato in occasione del salone di Ginevra, riconosciamo la presenza di tanti elementi ancora presenti nel modello di produzione.

Le dimensioni sono quelle di un SUV di media grandezza che va ad allinearsi alla tipologia nel segmento delle auto più vendute e richieste. Con 4,53 metri di lunghezza, 1,84 metri di larghezza e 1,60 metri di altezza, la Tonale si colloca per dimensioni al centro tra i classici B SUV ed i maxi SUV.

Il frontale mette in risalto la coppia dei fari, denominati 3+3, dotati di tecnologia a matrice di LED e sviluppati da Magneti Marelli. L’iconico scudetto Alfa in questo modello ha una dimensione maggiore rispetto i precedenti prodotti della casa, e si contraddistingue per un design più massiccio e spigoloso.

La vista laterale presenta uno dei tanti aspetti particolarmente curati dal Centro Stile Alfa Romeo: una linea di cintura molto alta, separata da una nervatura netta in carrozzeria che delimita due grandi volumi sotto e sopra maniglia, mostrando il risultato di un’estetica denominata “GT Line”, portatrice di un piacevole gioco di luci ed ombre. A completare la vista laterale di questo neonato SUV, abbiamo la scelta tra diversi cerchi di dimensione compresa tra i 17″ ed i 20″ pollici.

Il posteriore cerca di esaltare alcuni spunti estetici all’interno dello stesso gruppo ottico, facile quindi vederci al suo interno una firma luminosa full-LED che riprende l’immagine di un elettrocardiogramma, degna risposta alle emozioni suscitate da chi la vede. Il faro del gruppo ottico è un unico pezzo lungo tutto il fascio del cofano posteriore, al cui centro emerge il logo.

Gli interni

Gli interni sono molto curati, l’impiego dei materiali è stato scelto seguendo il giusto connubio tra l’innovazione tecnologica e la tradizione estetica di casa Alfa Romeo. La plancia mantiene una forma piuttosto regolare, priva di fronzoli tecnologici, eccezion fatta per lo schermo infotainment, collocato sulla plancia sopra le due bocchette d’areazione centrale.

Il sistema con schermo da 10,25″ pollici e sviluppato su base Android, vanta cartografia TomTom integrata all’interno di un’interfaccia totalmente nuova. La tecnologia del software è dotata inoltre di aggiornamenti Over-The-Air in 4G e l’integrazione con il sistema Alexa, questo per la gestione di tante funzioni interne al veicolo.

Degno di nota è l’accordo con il colosso mondiale degli acquisti Amazon che, laddove lo si reputi utile, potrà permetterci di utilizzare il bagagliaio della Tonale come spazio per la consegna di un pacco, il tutto gestito da un app dedicata per il controllo remoto del locker su ruote, alias l’Alfa Romeo Tonale.

Cuciture con impunture a contrasto ed una modanatura in tessuto retro illuminato sulla plancia, aumentano il carattere di questo abitacolo senza risultare eccessivamente appariscente. Dal lato guidatore risaltano tre importanti elementi dedicati al piacere di guida: primo fra tutti il volante, dotato di pulsante d’accensione sotto la razza sinistra e di palette in un pezzo unico in alluminio per la gestione delle cambiate.

Accompagnano questo, il selettore di guida posto poco sopra la leva del cambio e l’iconico quadro strumenti binoculare chiamato “Cannocchiale”, dotato di un pannello full screen da 12,3″ per la comunicazione delle informazioni di bordo.

L’abitacolo è omologato per poter accogliere cinque occupanti, quattro di questi comodamente seduti grazie ad un passo di 2,63 metri che ne agevola la sfruttabilitá anche per chi è sopra 1,80 metri di altezza. In ultimo il bagagliaio: ha una capacità di 500 litri, capienza allineata al valore delle concorrenti, e di poco inferiore, 450 litri, nella versione plug-in hybrid.

Parliamo di numeri

Per il capitolo motori, la casa del Biscione ha voluto abbracciare la richiesta del mercato unendola a quella di una mobilità rivolta al rispetto del pianeta ed all’uso, prima volta per il marchio, di propulsori dotati di tecnologia full hybrid e plug-in hybrid.

Una versione ibrida con due livelli di potenza, rispettivamente da 130 e 160 cavalli, sarà la motorizzazione di partenza del modello. Quest’ultimo avrà un turbo denominato VGT (Variable Geometry Turbo) capace quindi di allineare la propria curva di potenza in base all’esigenza del guidatore. Entrambe saranno a trazione anteriore e abbinate ad un cambio automatico a doppia frizione 7 marce. Inoltre nella variante da 160 CV sarà presente un motore elettrico da 48V e 55 Nm, che trasmetterà la propria potenza alle ruote consentendo lo spegnimento del propulsore termico in fase di partenza, veleggio e manovra.

Sarà poi disponibile anche la versione plug-in che disporrà di un motore da 275 cavalli e trazione integrale Q4. Questo, capace di poter coprire un autonomia di circa 80 km in città in sola trasmissione elettrica, garantirà una maggiore efficienza di gestione insieme a prestazioni di guida elevate, coprendo lo 0-100 in soli 6,2 secondi.

A chiudere l’offerta del modello avremo un ultimo propulsore, questo diesel 4 cilindri da 130 cavalli. Gli allestimenti possibili saranno solo due, “Super” e “Ti”, con la possibilità di integrare alcuni accessori in due pack, “Sprint” e “Veloce”.

In ultimo capitolo intelligenza artificiale ed Adas: l’Alfa Romeo Tonale sarà equipaggiata da tutti i sistemi di sicurezza per la guida autonoma di livello 2 quali il Cruise Control Adattivo intelligente, il mantenimento di corsia, l’”Autonomous Emergency Braking with Vulnerable Road Users” per la frenata automatica d’emergenza, il “Drowsy Driver Detection” per il monitoraggio della stanchezza conducente, il “Rear Seat Reminder Alert” per il monitoraggio del sedile posteriore, il “Blind Spot Detection” per il controllo dell’angolo cieco e la “360° View Camera” per la visione su schermo di tutto quello che circonda il veicolo. A garanzia della futura vendibilità della Tonale, ogni esemplare sarà associato ad un NFT, un token non fungibile secondo la tecnologia Blockchain che rappresenta un certificato digitale di autenticità: i secondi acquirenti di Alfa Romeo Tonale avranno così la certezza dei km reali e di tutte le prerogative di un’auto ben mantenuta durante la sua prima vita.

Le concorrenti con cui andrà a contendersi la scena nel mercato saranno modelli premium quali Audi Q3 Sportback, BMW X1 e Cadillac XT4, così come tanti altri dalle cifre d’acquisto più abbordabili come Citroën C5 Aircross, Ford Kuga, Hyundai Tucson, Kia Sportage, Peugeot 3008, Renault Arkana e Volkswagen Tiguan.

La produzione di Alfa Romeo Tonale avverrà all’interno dello stabilimento Giambattista Vico, situato a Pomigliano d’Arco, storico plant campano della produzione dei modelli Alfa.
Gli ordini saranno possibili da giugno 2022 presso i concessionari autorizzati Alfa Romeo, ma già da aprile sarà possibile ordinarla nella versione “Edizione Speciale”, una pre-serie dedicata ai primissimi modelli della produzione. Il prezzo di partenza dovrebbe partire da circa €40.000.

Altri articoli
Porsche Cayenne: l’esclusività nella nuova Platinum Edition