Yamaha XSR900: torna un’icona ad EICMA 2021

Tre lettere: XSR. Un modello che è diventato da subito un’icona per la sua capacità di incontrare le esigenze di tutti quei clienti alla ricerca di un’agile sportiva, che sia però comoda ed esteticamente ricercata. Ad EICMA 2021 Yamaha porta in mostra l’XSR900 2022.

Il design

Ormai si sa, l’XSR deriva solo sulla carta da altri modelli della casa del diapason: nella realtà dei fatti è semplicemente imparagonabile. Sul Model Year 2022 svetta il faro anteriore Full LED, e la totale assenza di cupolino o qualsivoglia protezione dal vento: si addice molto a questo modello. Il serbatoio è ben scavato, ed il taglio posteriore è ricco di carattere, inglobando nel sottosella il gruppo ottico posteriore, come sulle cafe racer più esclusive. Aumenta la presenza scenica la colorazione azzurra dell’esemplare esposto ad EICMA, in forte contrasto con i dettagli dorati del serbatoio e l’oro di cerchi e forcelloni a steli rovesciati.

Il focus

Sotto il rider batte il famoso CP3 e ben collaudato di Yamaha: 3 cilindri, 889 cc, frizione in bagno d’olio, con una potenza di 119 cv (87,5 kW) a 10.000 giri/min ed una coppia massima di 93 Nm a 7.000 giri/min. Il telaio è a diamante, mentre lo schema sospensivo porta su XSR una forcella telescopica anteriore con escursione di 130 mm ed un forcellone oscillante posteriore da 137 mm di escursione. L’impianto frenante consiste in doppio disco anteriore da 298 mm e singolo posteriore da 245 mm, a frenare le ruote gommate 120/70 ZR17 davanti e 180/55 ZR17 dietro. Il peso di XSR900 2022 è di 193 kg in ordine di marcia, con un serbatoio dalla capacità di 14 litri, un’altezza da terra di 140 mm e la sella alta 810 mm dal suolo. I prezzi partono da €10.499.

Altri articoli
Yamaha MT-09: giù la visiera, play sul pov!