Smart #1: tutto ciò che devi sapere sul nuovo SUV

Smart #1 è il primo SUV della casa: collaborazione tra Mercedes e Geely, promette 440 km in elettrico con posto per 5 ed un look con tutta la personalità dell’amata city car.

Gli esterni

Sulla carta Smart #1 non dovrebbe essere una novità troppo rilevante: una Smart a 5 porte già c’è, e si chiama Forfour, mentre tutte le Smart attualmente sono elettriche, chiamate Eq. Questo però è il primo SUV della casa, appunto a 5 porte, appunto elettrico ma a ruote alte, e con dimensioni che dal B SUV qual è, lo avvicinano molto al segmento C: un passo di 2,75 metri con una lunghezza totale di 4,27 metri, e larghezza ed altezza che preannunciano un bel comfort interno, rispettivamente 1,82 metri ed 1,63 metri. Le proporzioni e non solo ricordano alla lontana il Mercedes GLB anzi… l’EQB, visto che è elettrica.Proprio come nel concept visto a Monaco i fari anteriori e posteriori sono sguardi sottili, che si assottigliano ancor di più in impercettibili fasce, che corrono per tutta la superficie delle sezioni anteriore e posteriore. Se poi davanti la bocca larga e bassa ha due piccoli convogliatori agli estremi, nella vista laterale il tetto appare sospeso grazie al montante A in nero ed il C con la base in finitura lucida e dalla forma curva, quasi come un’onda, fregiato dal logo smart. Sempre nel laterale si notano passaruota a contrasto in nero, ad accentuare l’anima a ruote alte della Smart #1, le barre sul tetto, le maniglie a scomparsa a migliorare la sua aerodinamica, esattamente come il design pieno dei suoi cerchi da 19”. Linee generalmente curve e bombate, da auto simpatica e con tanta personalità come la famosa citycar. Anche su questa, sebbene più lunga e con un muso evidente a stravolgerne le proporzioni classiche, c’è un posteriore molto verticale. Quest’ultimo cela un baule da 323 litri con una capacità che cresce fino a 411 litri facendo scorrere il divanetto posteriore per 11 cm, e ben oltre abbatendolo in configurazione 60:40. Se però i vostri unici carichi saranno buste della spesa o cavi di ricarica, c’è un “frunk” da 15 litri sotto il cofano anteriore.

 

Gli interni

Dalle prime immagini Smart #1 si preannuncia un B-SUV di categoria premium, non a caso figlio di una collaborazione tra Mercedes-Benz ed il colosso cinese Geely. Tanta qualità con un’estetica curata, e tanti dettagli… Smart. Il volante ha tre razze, con il lettering della casa su quella bassa centrale, il logo del brand al centro ed i pulsanti immersi nell’alluminio. Come su tante auto elettriche ed intelligenti, anche qui la strumentazione di guida è visivamente ridotta, su Smart #1 con diagonale da 9,2” e tutte le informazioni di viaggio essenziali. Al centro della plancia un grande tablet da 12,8”, e subito sotto le bocchette del clima; tutto intorno l’illuminazione d’ambiente a LED, compresi gli incavi del grande tunnel centrale che separa i due sedili anteriori. Nessun tunnel invece per chi siede dietro: spazio per tre persone sul divanetto, senza ingombri per gambe e piedi di chi sta al centro grazie alla mancanza di trasmissione, data la presenza del motore elettrico sull’asse posteriore.

Parliamo di numeri

Al termine dell’analisi della nuova Smart #1, mancano solo da scoprire i suoi numeri: un motore elettrico capace di 200 kW, equivalenti a 272 cv, alimentato da un pacco batterie da 66 kWh capace di poter guidare la nuova #1 per 440 km dichiarati. Non male le prestazioni nonostante il suo peso non piuma da 1820 kg: 180 km orari di punta e 343 NM, ovviamente istantanei. Questa però è un’auto elettrica, spazio quindi ai dati sulla ricarica: 22 kWh la velocità in corrente alternata, ed un picco di ben 150 kW in corrente continua, che permettono di caricare il pacco batterie dal 10% all’80% in mezz’ora. Le consegne partono nel 2023, gli ordini da Settembre 2022, ma resta un’ultima domanda, abbastanza particolare: con queste dimensioni è comunque una vera Smart? Se per “vera Smart” intendete una compatta a trazione rigorosamente posteriore, la risposta è: sì, è una vera Smart. D’altronde ve l’avevamo anticipato: il singolo motore elettrico è montato sull’asse posteriore. I prezzi infine, non dichiarati ma presumibilmente con una partenza di almeno €30.000.

Altri articoli
Moto Guzzi V100 Mandello: la Guzzi che verrà ad EICMA 2021