Lotus Eletre 2022: ecco il primo SUV elettrico inglese

Imponente, tagliente e muscolosa: con l’Eletre Lotus entra a gamba tesa nel ricco mercato delle EV: l’Hyper SUV 100% elettrico da 600 CV e 600 KM arriva nel 2023.

Esteticamente la Lotus Eletre si presenta con linee sportive, somma di un grande lavoro a livello aerodinamico, oltre che con presenza di alcuni richiami comuni con altri modelli della casa come la Evija. Primo veicolo a quattro porte prodotto da Lotus, Eletre ha dimensioni totalmente opposte a quelle delle classiche pepate a noi note, quali Exige ed Elise: lunga 5,10 metri, larga 2,13 metri ed alta 1,63 metri, rappresenta un concetto di sportività inedito, sviluppato su una piattaforma denominata EPA, Electric Premium Architecture, che le garantisce un passo di oltre 3 metri a disposizione dei suoi 4 o 5 occupanti. Il frontale alto e tagliato, prova dello studio sui flussi d’aria per aumentarne l’efficienza in termini di autonomia e prestazioni, mostra dei gruppi ottici sottili e sdoppiati, disponibili anche con tecnologia Matrix LED. Particolarità da menzionare è la griglia anteriore “attiva”, una rete di petali che rimangono chiusi quando l’auto è ferma o è necessario ridurre la resistenza durante la guida, e che al contrario si aprono per immettere aria nel radiatore, consentendo così il raffreddamento dei motori elettrici, della batteria e dei freni anteriori. In taglio laterale, complici gli inserti nella parte bassa ed i montanti in colorazione nera a contrasto con il resto della carrozzeria, spicca la linea filante seppur muscolosa della Lotus Eletre, ad incastonare i vistosi cerchi da 23″. Al loro interno si cela il generoso impianto frenante su dischi carboceramici e pinze a ben 10 pistoncini. Posteriormente una striscia orizzontale luminosa corre lungo tutto il baule raccogliendosi nelle sue estremità all’interno di due prese d’aria ampie e profonde.

L’abitacolo, come precedentemente anticipato, offre spazio, finiture di alto pregio e design futuristico a 4 o 5 persone, ciascuna di questa comodamente seduta su singole poltrone autonome o un divanetto unico. Tutti i materiali privilegiano la sostenibilità in una formula di equilibrato connubio tra ricercatezza nelle linee ed uno sguardo rivolto ad un’estetica futuristica. Al centro della plancia domina uno schermo OLED da 15″ ai cui lati sono stati aggiunti due sottili schermi per informazioni di trip ed infotelematica dedicate a guidatore e passeggero. Ulteriore schermo è quello presente al vertice della console centrale tra i due sedili posteriori che permette di offrire intrattenimento ed informazioni di viaggio.

Tanti gli ADAS disponibili tra cui Intelligent Adaptive Cruise Control, Avviso di traffico trasversale posteriore, Front Cross Traffic Alert, assistente al cambio di corsia, rilevamento della presenza di bambini e l’assistente al mantenimento della corsia. Sarà poi disponibile anche un’app per i possessori sulla quale registrare tutte le informazioni di guida, dello stato del veicolo e di ricarica. Avveniristico quanto utile, l’inserimento di una serie di telecamere per il monitoraggio dello spazio circostante al veicolo, andando così a sostituire i canonici specchi retrovisori. Il cuore pulsante del modello è un duplice propulsore elettrico (uno su ogni asse per renderla a trazione integrale) con un pacco batterie da ben 100 kWh ad alimentare una potenza complessiva di oltre 600 cavalli, raggiungendo così prestazioni da vera Hyper SUV: uno 0-100 km/h coperto in meno di 3 secondi ed una velocità di punta di 260 km/h. L’autonomia dichiarata dalla casa è di 600 km in ciclo WLTP con tempi di ricarica molto bassi, sfruttando un picco di ricarica in corrente continua fino a 350 kW per aumentare l’autonomia di 400 km in soli 20 minuti di “rifornimento”. L’attesa per poterla vedere e provare su strada terminerà a fine 2023, con gli ordini per l’acquisto già avviabili.

Altri articoli
Citroen C5 X: il lancio della nuova ammiraglia