Mercedes AMG F1 W11: continua il dominio?

Sulla proverbiale freddezza dei tedeschi si può dire tanto, ma mai avevamo sentito di un San Valentino celebrato con la presentazione di un’auto grigia. Questa però non è un’auto grigia qualunque, è la nuova monoposto del team Mercedes AMG F1: la W11 con la quale Hamilton e Bottas correranno durante il mondiale 2020.

La presentazione

Il debutto della monoposto, seguendo quello digitale del 10 Febbraio, è avvenuto oggi con lo shakedown a Silverstone. Oltre a Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, presente per il Filming Day c’era anche il team manager Toto Wolff che ha dichiarato, durante la diretta streaming, di non voler andare troppo lontano con i progetti, ma al contrario di volersi focalizzare, passo dopo passo, sul campionato 2020.

La scheda tecnica

Il nome completo della monoposto è Mercedes F1 W11 EQ Power+, sostituisce la W10 del campionato 2019. Già nel nome c’è un indizio che troviamo anche sulla gamma stradale attuale di Mercedes-Benz, e che richiama la tecnologia ibrida della vettura. Prima però è bene analizzarla partendo dall’estetica: la livrea grigia che richiama le classiche Frecce d’Argento di Stoccarda sfuma al nero nel posteriore, e presenta dettagli in turchese per lo sponsor Petronas oltre all’airscope in rosso. La monoscocca della vettura è in carbonio a nido d’ape, così come in fibra di carbonio sono le appendici aerodinamiche e la componentistica del cockpit. Immancabile l’Halo in titanio, in grigio con il logo della Stella a tre punte. Le pance laterali sono state rivisitate nel design per garantire un miglior raffreddamento della Power Unit e una migliore aerodinamica, risultando esteticamente simili a quelle della Ferrari SF1000 presentata qualche giorno fa. La W11 è inoltre gommata Pirelli, con cerchi OZ in magnesio,  impianto frenante brake-by-wire Brembo in carbonio e sospensioni con bracci in fibra di carbonio pushrod all’anteriore e pullrod al posteriore. Il motore è un 1600cc, 6 cilindri a V montato a 90°, capace di raggiungere 15.000 RPM. E’ coadiuvato dai Motor Generator Unit (MGU-K e MGU-H) per la rigenerazione dell’energia. Il cambio della Mercedes W11 è un sequenziale a 8 marce più la retro. Se le altre scuderie dovranno essere competitive, il team Mercedes deve prepararsi ad affrontare il campionato mondiale 2020 con un’ulteriore importante sfida: mantenere alto il nome della Freccia d’Argento provando a superare gli attuali 6 campionati costruttori e piloti vinti consecutivamente dal 2014 al 2019.  

Altri articoli
Audi A3 sportback: evoluzione contenuta